Portfolio articoli

Irlanda dell’Ovest, tra villaggi remoti e natura selvaggia

Prati verdi fin dove lo sguardo si spinge, muretti a secco sotto un cielo che ha ispirato scrittori e canzoni, azzurro marezzato di grigio e pennellato dal vento, tetti di paglia su cottage antichi e sbilenchi, e due cose prima di tutto il resto: il canto del vento e il miagolio concitato di un violino, dalla porta socchiusa del primo pub…

Poche terre sono capaci di suggestionare la fantasia e mormorare storie all’orecchio come fa l’Irlanda, l’isola di smeraldo che guarda ora l’Europa e ora l’oceano dalle sue sponde sbriciolate, selvagge e dolcissime insieme: isola di leggende, di malinconici poeti, di folletti e di canzoni, l’Irlanda resta ancora oggi una delle terre più affascinanti d’Europa. A cominciare dalle sue propaggini occidentali, attorno alla città di Galway, vivace cuore pulsante della regione a cavallo tra le contee di Galway e quella di Clare: una volta usciti dal centro urbano, infatti, è ancora possibile assaporare l’Irlanda “di una volta”, fatta di villaggi fuori dal tempo, natura aspra e storie di fate sussurrate attorno a un fuoco, accompagnati da un’immancabile pinta di Guinness. Un’Irlanda che è il cuore del Gaeltacht, perché qui tutto è bilingue e il gaelico viene, ancora oggi, quasi prima dell’inglese.

La piana lunare del Burren

“Non un albero per impiccare un prigioniero, né acqua per annegarlo, né terra per seppellirlo”: così scrisse il generale Edward Ludlow a Cromwell, nel 1651, per descrivergli il territorio del Burren, nella contea di Clare, a sud della città di Galway. La definizione racchiude in sé tutta l’asprezza ambigua e straniante di questi 500 chilometri quadrati di pietra calcarea (limestone), un’immensa tavola ondulata di rocce spaccate alternate a pochi stentati prati tagliati da muretti a secco, cimiteri, qualche cottage sparso.

Il nome Burren deriva dalla parola gaelica Boíreann che significa appunto “posto roccioso”. Ma quella del Burren è un’inospitalità solo apparente: l’erba che cresce tra le spaccature del limestone è infatti molto nutriente, e permette il suggestivo paradosso di questa zona… La vita dalla roccia.

[…]

Leggi l’articolo completo su Itinerari e Luoghi 

Tags : irlanda