Portfolio articoli

Nell’Italia delle ecomafie

[Pubblicato su Info SOStenibile]

Il rapporto “Ecomafia 2018” di Legambiente mostra un aumento dei crimini ambientali, tra traffico di rifiuti e abusivismo edilizio. Con una buona notizia: cresce anche il contrasto all’illegalità ambientale.

Boom delle ecomafie, ma anche maggiore contrasto ai crimini ambientali. È quanto emerge dal rapporto “Ecomafia 2018” di Legambiente presentato a Roma lo scorso luglio, che come ogni anno fotografa con attenzione la realtà dei reati contro l’ambiente nel nostro paese tra abusivismo edilizio, smaltimento illecito di rifiuti, attacchi alla filiera agroalimentare, racket animale e reati contro la biodiversità.

Con un dato particolarmente degno di nota: il 2017 è stato per l’Italia l’anno del boom di arresti per crimini contro l’ambiente e di inchieste sui traffici illegali di rifiuti. Un traguardo importante, che tuttavia non basta a stroncare l’impennata delle organizzazioni criminali in ambito ambientale: il fatturato dell’ecomafia sale infatti a quota 14,1 miliardi, aumentando del 9,4% rispetto all’anno precedente […].

Leggi l’articolo completo su Info SOStenibile (settembre 2018)